network marketing 6 gradi di separazione

Network marketing – 6 gradi di separazione

Uno dei concetti fondamentali da conoscere quando si fa network marketing è la teoria dei 6 gradi di separazione. L’argomento è molto di più di un semplice postulato teorico anzi possiamo dire che il Multilevel marketing si basa su questi assunti!

Hai mai sentito parlare della teoria dei 6 gradi di separazione? E’ un concetto molto importante per chi fa network marketing!  In base a questa teoria proposta per la prima volta dal sociologo americano Stanley Milgram, ogni persona che abita sul nostro pianeta,  sulla Terra per l’appunto, è legato a qualunque altra attraverso una catena di conoscenze dirette con non più di 6 intermediari. In altre parole anche tu sei collegato a chiunque (compreso Obama e Madonna) da una catena di soli 5 max 6 persone. Facciamo un esempio:

  1. Io conosco Pippo studente di inglese,
  2. Pippo conosce Pasquale studente della scuola americana
  3. Pasquale conosce Mary moglie di Adam insegnante del Toefl
  4. Adam conosce John Insegnante universitario di Arvard
  5. John conosce Abraham consulente marketing del partito democratico americano
  6. Abraham conosce Obama

Questa teoria è relativamente recente infatti è stata proposta per la prima volta nel 1929 dallo scrittore F. Karinthy in un romanzo  intitolato “Catene” (Chain).

Nel 1967 il sociologo americano Stanley Milgram che trascorse la sua carriera di ricercatore e professore presso le prestigiose università Yale e Harvard, nonchè ideatore di raffinate tecniche di ricerca, nonchè autore di importanti contributi che riguardano la vita nelle grandi metropoli, testò la teoria proposta con un metodo che egli definì la “teoria del mondo piccolo”.

Cosa fece Milgram per verificare questa teoria? Selezionò un gruppo di americani del Midwest e chiese loro di mandare un pacchetto ad un estraneo che abitava nel Massachusetts, a diverse migliaia di chilometri di distanza. Tutte le persone coinvolte nell’esperimento conoscevano il nome del destinatario, il suo lavoro, e la zona di residenza, ma non l’indirizzo preciso.

Tra le regole del gioco vi era il divieto di usare il servizio postale . Per recapitare il pacco le persone potevano consegnare il pacco solo di mano in mano alle sole conoscenze personali. Fu chiesto, pertanto, a ciascuno dei partecipanti di dare il proprio pacchetto a una persona  conosciuta, che a loro giudizio avesse maggiori possibilità di conoscere il destinatario finale o eventualmente qualche altra persona che potesse aiutarli a loro volta. Quella persona avrebbe fatto successivamente lo stesso, e così via fino a che il pacchetto non fosse stato recapitato pro manibus (a mano) al destinatario finale, da una persona che lo conosceva di persona.

Per far arrivare a destinazione quei pacchi dell’esperimento ci vollero, diversi mesi ma la cosa veramente sorprendente fu che in media, bastarono tra i cinque e i sette passaggi di mano per recapitare i pacchi. La scoperta dell’ingegnoso sociologo  Milgram supportate dalla verifica sul campo così realizzata, vennero pubblicate nella prestigiosa rivista scientifica americana “Psychology Today” con un articolo dal nome “six degrees of separation” (i sei gradi di separazione).

Ma questa avvincente storia non finisce ancora qui! Nel 2001, in pieno boom della new economy, Duncan Watts un professore della Columbia University,  riprese la ricerca e testò nuovamente l’esperimento con il supporto di strumenti tecnologici più moderni e soprattutto più attendibili. Watts usò i computer e internet come territorio della sperimentazione  e l’e-mail come sostituto del pacco da consegnare ad una persona sconosciuta. Dopo poche giorni dall’avvio della sperimentazione oltre l’80% delle eMail era giunta al destinatario e la cosa sorprendente fu che dopo aver analizzato i dati ottenuti dagli invii di 48.000 diverse persone residenti in 157 stati diversi, nei confronti di 19 “bersagli”,  Watts osservò che il numero medio di intermediari era effettivamente solo 6 .

La ricerca di Watts è stata pubblicata sulla famosa rivista “Science” nel 2003 e la grande diffusione delle nuove tecnologie, ha permesso la sperimentazione della teoria anche in aree differenti, quali: la trasmissione delle malattie, tra cui l’analisi delle reti informatiche ed elettriche, la teoria dei grafi, le telecomunicazioni la biologia molecolare.

Ti faccio ora una domanda : Sai cosa significa tutto questo per te che fai Network Marketing? Significa che se vuoi puoi arrivare a chiunque! Non c’è persona troppo ricca, troppo famosa, troppo importante, che tu non possa in qualche modo contattare. Tra te ed Obama ci sono 6 gradi di separazione, tra te e Madonna, la Regina Elisabetta di Inghilterra, ci sono sempre 6 o al massimo 7 passaggi. Riesci ad Intuirne il Potere che deriva da questa informazione ora che la sai ?

Bene non ti resta che darti da fare il più possibile e cominciare a sfruttare l’immenso potere delle reti! Voglio darti un consiglio operativo : io per analizzare lo stato di avanzamento nell’uso della mia rete disegno un grafo. Ad ogni persona collego altre ed altre ancora .

 

HEY TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO ?

Condividilo anche su LinkedIn con i tuoi contatti  Clicca su Share qui sotto e fallo leggere anche ai tuoi amici e colleghi

network marketing Survival Guide La guida definitiva per non perdersi nella GIUNGLA del Network MarketingRISORSE UTILI

Ancora non lo hai Letto ? è Gratis affrettati a scaricarlo

Network Marketing Survival Guide -La guida definitiva per non perdersi nella GIUNGLA del Network Marketing”, ti insegnerà come raggiungere grandi obiettivi e alti livelli di soddisfazione con la tua attività!

  • Ottieni la “Mappa per orientarti nel mondo del Network Marketing
  • Le 10 FATALI Minacce in cui incorrono tutti i principianti 
  • Le 10 FATALI Minacce in cui incorre chi si sente già un Veterano del MLM
  • Le 5 competenze per il networker di successo

 

Leave A Response

* Denotes Required Field