I segreti per una campagna email di successo

I segreti per una campagna email marketing di successo

Negli ultimi anni, con il radicamento dei social media, come Facebook, Linkedin, Twitter e altri, alcuni esperti hanno teorizzato la fine della eMail come strumento di lavoro per le imprese.

La cosa è tutt’altro che vera. La eMail sta continuando a funzionare come mezzo di comunicazione delle piccole aziende, e per chi fa network marketing nei confronti dei loro target di riferimento.

E’ chiaro che stiamo parlando di un mailing di qualità, che offra un valore vero ai clienti acquisiti e potenziali. Se fai spamming non hai certo nessuna possibilità di avere successo, lo spam è odiatissimo dalle persone e se riempi le loro caselle con i materiali più scadenti sarai rapidamente dimenticato. Al contrario, se procuri valore ai tuoi clienti sei sulla buona strada e potrai applicare alcuni accorgimenti per ottimizzare il tuo email marketing.

La cosa più importante, in una campagna di email marketing di successo, è ottenere che la email sia aperta e letta. Questa è la prima fondamentale soglia da superare e può non essere affatto banale. Per ottenere questo primo risultato, devi offrire contenuti rilevanti e fruibili per il target a cui ti riferisci e essere costante negli invii di qualità.

1. Oggetto della eMail

L’oggetto della email deve immediatamente fornire al lettore un’indicazione dei benefici che la lettura della email comporterà. Devi scrivere in maniera chiara e persuasiva, andare dritto al cuore del problema che affronti con la tua comunicazione.

2. Condivisione social

Un altro aspetto importante è fare in modo che le email abbiamo i bottoni di condivisione sui social media più diffusi. Il tutto va perfezionato con numerosi test sui contenuti delle tue email.

3. Policy & Disiscrizione

Bisogna inoltre rispettare le regole e evitare di mandare email se per esempio qualcuno si è espressamente cancellato dalla nostra lista. Questo requisito è fondamentale per una campagna email marketing di successo, non trascurarlo!

4. Quando inviare eMail

C’è poi la questione centrale di quando inviare la email. Molti studi hanno rilevato che ci sono dei tassi di apertura migliori in alcuni giorni e orari. Per esempio il martedì alle 10.00. E’ anche vero che risposte così semplicistiche possono essere deludenti, quindi il metodo giusto è testare. In altre parole, con la tua propria lista di indirizzi email dovrai scoprire, con delle sperimentazioni, quale è il giorno e l’orario migliore, magari dividendo a metà il gruppo di indirizzi e inviando ad una parte di essi il lunedì e ad un altra il martedì.

Il tuo target o i tuoi target potrebbero avere delle abitudini particolari, per esempio la lettura delle email la sera o in un altro momento, quindi è necessario scoprirlo con dei test proprio sulle tue liste di email. Quasi tutti gli esperti concordano però sulla necessità di non inviare email di affari nel fine settimana, momento in cui la grande maggioranza delle persone ha l’esigenza di dimenticare il lavoro e tutto ciò che ad esso si collega.

5. Dispositivi Mobile

La vera grande novità degli ultimi anni riguarda l’ampia diffusione dei dispositivi mobili, smartphone e tablet. Le persone che ne posseggono uno controllano, in questo modo, la posta in tempo reale, in qualsiasi orario del giorno. Se questo può essere considerato un grande vantaggio, richiede però degli accorgimenti speciali. Bisogna costruire delle eMail adatte all’utilizzo sugli smartphone. In altre parole, le email devono essere costruite con elementi testuali e di immagine fruibili facilmente da questi dispositivi.

C’è bisogno di linee di testo grandi e semplici e tasti di grandi dimensioni da cliccare. Usare le immagini può essere rischioso per le eventuali difficoltà di visualizzazione.

In tutti i casi la strategia da tenere sempre presente per una buona campagna di email marketing è essere utili ai propri clienti, potenziali e acquisiti. Essere utili significa scrivere delle email che offrano la soluzione ad un problema specifico, che il nostro target potrebbe avere. Devi puntare quindi non sulla descrizione delle caratteristiche che ha il tuo prodotto ma sui risultati, le soluzioni che è capace di fornire ai suoi fruitori.

 

 

HEY TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO ?

Condividilo anche su LinkedIn con i tuoi contatti  Clicca su Share qui sotto e fallo leggere anche ai tuoi amici e colleghi

network marketing Survival Guide La guida definitiva per non perdersi nella GIUNGLA del Network MarketingRISORSE UTILI

Ancora non lo hai Letto ? è Gratis affrettati a scaricarlo

Network Marketing Survival Guide -La guida definitiva per non perdersi nella GIUNGLA del Network Marketing”, ti insegnerà come raggiungere grandi obiettivi e alti livelli di soddisfazione con la tua attività!

  • Ottieni la “Mappa per orientarti nel mondo del Network Marketing“
  • Le 10 FATALI Minacce in cui incorrono tutti i principianti
  • Le 10 FATALI Minacce in cui incorre chi si sente già un Veterano del MLM
  • Le 5 competenze per il networker di successo

 

Leave A Response

* Denotes Required Field